Direttore Sanitario Dott. FERNANDO SANTUCCI

Di qualche consiglio antiraffreddore e qualche altra curiosità di questo tratteremo nella Rubrica di Venerdì 3 Novembre.

Di qualche consiglio antiraffreddore e qualche altra curiosità di questo tratteremo nella Rubrica di Venerdì 3 Novembre.

Il raffreddore è una malattia ampiamente sottovalutata, infatti oltre al senso di disagio che i suoi sintomi procurano, è responsabile di tante altre complicazioni, a i bronchi, alla faringe, alla laringe, all' orecchio, ai seni paranasali;
In questo periodo è molto di …. moda, grazie alle escursioni termiche e al  desiderio di non coprirsi; considerato che si tratta di una malattia virale molto contagiosa per la cui cura non esistono rimedi specifici, cercherò di darvi qualche consiglio utile per tenerlo….lontano……:
  • Attenti ad una corretta pulizia delle mani, infatti le mani, causa le loro molteplici funzioni, tendono a essere veicoli privilegiati di diffusione del virus;
  • appena rientrati a casa è bene lavarle con sapone ed acqua calda ed asciugarle con una velina usa e getta, le parti più importanti sono i polpastrelli e la superficie interna delle unghie;
  • tenere in considerazione che il pericolo di maggior contagio è quando compare un vellichio doloroso nel faringe  e nell' arco palatino, in questo periodo possono essere utili farmaci antidolore e gargarismi con sostanze antiinfiammatorie;
  • aumentare la quantità di liquidi (2 litri al giorno), oltre all' acqua, sono consigliate tisane, tè, limonate calde, spremute di agrumi, anche l' alimentazione nei limiti del possibile deve essere abbondante ma leggera;
  • per non diffondere il contagio è importante usare fazzolettini usa e getta;
  • ricordare che gli sternuti sono un elemento di difesa e non devono essere trattenuti, naturalmente se possibile è bene usare le precauzioni necessarie, soprattutto se si è in ambienti chiusi;
  • nel periodo acuto, vale a dire i primi due o tre giorni, prima di iniziare con l' aerosol, fare fumenti  con sostanze fluidificanti, come eucalipto o bi carbonato;
  • chi fuma è pregato di smettere almeno per il tempo di durata dei sintomi, infatti è a tutti noto che i fumatori sono più soggetti a complicazioni, (bronchiti , sinusiti, e compagnia cantante);
  • è bene non coprirsi troppo, utilizzare tessuti traspiranti come lino o cotone;
  • utilizzare acqua marina per combattere l'eccesso di muco;
  • utilizzare con parsimonia farmaci antiinfiammatori, con parsimonia ancora maggiore  i vasocostrittori, vietati e inutili gli antibiotici;
  • l' attività fisica all'aperto protegge dal raffreddore.
 
La Curiosità
 
Ormai tutti conoscono le proprietà salutari delle noci, è pero sconosciuto il meccanismo con cui proteggono il nostro cuore e cervello, sembra che un importante centro ricerche americano abbia trovato la chiave: nei dati di questo centro le noci sono in grado di modificare la nostra flora intestinale, in questa maniera  combatterebbero i batteri nocivi responsabili dell' infiammazione, che secondo i dati odierni, sarebbe la responsabile del decadimento cerebrale e delle malattie cardiovascolari; considerato che sono gustose, anche se il dato non è ancora validato, val la pena di credere….e di mangiarle.
 
Il Consiglio
 
La funzionalità renale è di grande importanza per il mantenimento dello stato di salute, per questo vi do tre consigli per mantenerli sani:
  1. controllate la glicemia, il diabete causa spesso problemi ai piccoli vasi ed ostacola il lavoro renale;
  2. ricordate che pressione alta e sovrappeso stressano i reni, quindi usate poco sale;
  3. non fumate, il fumo riduce l'afflusso di sangue ai reni; ricordate che l'insufficienza renale è subdola e una volta instaurata non torna indietro.
 
La Riflessione
 
"…I mali altrui sono meglio sopportati di quelli propri….. così è se vi pare…"
 
Dott. Fernando Santucci

Av salut e al prossimo Venerdì
 
Post Scriptum: senza alcuna finalità commerciale, ma solo per una doverosa informazione, mi corre l’obbligo di comunicarvi che il Poliambulatorio con la collaborazione di un’ azienda che commercializza apparecchi elettromedicali, ha aperto il “Centro Mammografico Sant’Agata”, il centro diretto dal noto radiologo Dottor Sandro Quaranta, si trova di fronte al parcheggio “Scarpetti”, e pur trovandosi in una sede diversa dal poliambulatorio, dista pochi metri dallo stesso e può essere raggiunto sia da Viale Valturio, che dal parcheggio; in ogni caso gli appuntamenti e l’accoglienza sono effettuate presso la reception del Valturio.
L’elevata qualità tecnologica delle attrezzature digitali 3d unita alla quarantennale esperienza ospedaliera del Dottor Quaranta, garantiscono un percorso completo per la diagnosi delle malattie della mammella, il Centro Mammografico Sant’ Agata, pur essendo una struttura privata, non vuole essere in concorrenza con il servizio pubblico, ma una struttura parallela che può essere utilizzata in situazioni di emergenza.
Per ogni altra informazione, contattare la reception del Poliambulatorio al seguente numero: 0541/785566
Vi ricordo che abbiamo allargato i servizi di cui potete usufruire, infatti da qualche tempo la dott.ssa Montanari Giuliana effettua sedute terapeutiche con l’utilizzo di ossigeno ed ozono terapia chi volesse saperne di più può cliccare sul sito e consultare l’intervista con la quale la Dott.ssa Montanari illustra i vantaggi di questa nuova tecnica.
Ricordo a tutti gli amici che mi seguono che presentando copia di questa rubrica in reception si potrà rinnovare la patente a 75.00 euro, si avrà uno sconto del 20% sulle analisi e verranno effettuati i check-up del sabato mattina a 250.00 euro anziché a 285.00.
Ricordo anche che è in funzione un centro che si occupa della gestione specialistica multidisciplinare del paziente diabetico;
il centro coordinato dal Prof. Felice Strollo, diabetologo di fama nazionale,  relatore di importanti congressi nazionali e internazionali, nasce con l’obiettivo di prendere in carico il paziente diabetico e di seguirlo a tutto tondo, programmando in tempi precisi le necessarie analisi emato-chimiche, le indagini di diagnostica strumentale nonché le visite specialistiche collegate alle  complicazioni specifiche di questa patologia (cardiologo, oculista, nefrologo, ecografista vascolare, nutrizionista, pneumologo). Ulteriori informazioni sui costi e modalità telefonando al 335/1251822 e chiedere della signora Giusi.
p.s. la direzione sanitaria è a disposizione tutti i venerdì dalle ore 12,30 alle 13,30 per dare informazioni di carattere sanitario e ricevere suggerimenti e consigli o anche critiche; (potete telefonare o mandare una e-mail) il tutto con l’obiettivo di informare e migliorare la qualità dei servizi e l’immagine della struttura.

GRAZIE
RICHIEDI UN APPUNTAMENTOInformazioni sulla prenotazione
Telefono 0541 785566