Direttore Sanitario Dott. FERNANDO SANTUCCI

Di come sia necessario rallentare i nostri ritmi di vita e di qualche altra curiosità, di questo tratteremo nella Rubrica di Venerdì 1 Dicembre.

Di come sia necessario rallentare i nostri ritmi di vita e di qualche altra curiosità, di questo tratteremo nella Rubrica di Venerdì 1 Dicembre.

Stiamo vivendo giornate psichiatriche, appuntamenti che si succedono a ritmi frenetici; spesso e volentieri, quella che con ipocrisia chiamiamo pausa pranzo, è un mangiare qualcosa in piedi, davanti al bancone di un bar, se ci comparassimo a delle autovetture rischieremmo di schiantarci per un frontale o per un’ uscita di strada ad ogni metro, potrei ancora continuare, ma ritengo che quanto scritto sia più che sufficiente per catturare la vostra attenzione ed indurvi a riflettere e soprattutto a ridurre la velocità.

Cercherò di darvi qualche consiglio:
  • Se vi è possibile e le condizioni logistiche ve lo permettono, auto a riposo in garage, uso delle gambe a piedi o in bicicletta, se non vi è possibile, guidate serenamente, senza lasciarvi prendere dall’ angoscia di arrivare in ritardo;
  • Invece di affannarvi per arrivare in fretta nei luoghi di lavoro, abbiate l’attenzione di svegliarvi mezz’ ora prima, preparatevi con calma una bella colazione, gustatela, seduti in cucina, in questa maniera diminuirete il fatturato dei bar, ma guadagnerete in salute e serenità;
  • Durante l’orario di lavoro, mantenetevi concentrati, senza dimenticare che ogni tanto prendersi qualche minuto di pausa può servire ad allentare la tensione e a rendersi più disponibili;
  • Non considerate il lavoro come un cappio che vi pesa sul collo, ma un modo come un altro utile a sviluppare la vostra creatività;
  • Ricordate che i vostri figli sono bambini che devono crescere sereni e non fenomeni da strumentalizzare, quindi non stressateli con impegni molteplici, ma riducete al minimo gli appuntamenti e passate il tempo disponibile giocando con loro o ascoltandoli e magari aiutandoli a svolgere i compiti;
  • Smettetela di consumarvi i polpastrelli sugli schermi dei telefonini o altre diavolerie del genere, solleticate la vostra immaginazione, parlate con chi vi sta accanto, liberatevi dall’ ansia respirando più profondamente e concedetevi qualche mezz’ ora per fare una bella passeggiata nei parchi con alberi secolari o sulla riva del mare…..;
  • Non lasciatevi tentare dai dolci canti delle multinazionali dei consumi, i veri piaceri della vita sono quelli semplici, non è necessario rincorrere il desiderio di avere sempre cose nuove e alla ….page, il  consumismo è una moda americana che offende la nostra cultura e le nostre tradizioni;
Potrei continuare, qualcuno di voi dirà che sono un vecchio retrogrado, io, al contrario vi invito a riflettere, e vi dico che è la tecnologia che deve adattarsi a noi e non il contrario, se questo accadesse io prevedo tempi bui all’orizzonte…….

Sperando di avervi invitato ad una sana riflessione, passo a qualche curiosità.
 
ATTENTI AL SALE
 
Il sale condimento che da sapore a tutto quello che mangiamo, deve essere usato con moderazione, infatti    spesso e volentieri ne abusiamo e questa tendenza all’ abuso è responsabile della comparsa di:
  • malattie cardiovascolari, quali ipertensione e scompenso cardiaco;
  • malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide;
  • malattie infiammatorie che sono responsabili della comparsa di aterosclerosi precoce.
Il consiglio è quello di insaporire senza abusare e di tenere presente che il sale è contenuto in forma non dichiarata, anche in molti alimenti (insaccati, pane, alimenti sottovuoto, formaggi stagionati).
 
Il Consiglio
 
Se siete alla ricerca di un compagno o una compagna, cercate di scegliere un coetaneo o una coetanea;
secondo uno studio effettuato su larga scala da un centro ricerche inglese, i matrimoni o le convivenze fra coetanei sono più duraturi se contratti da soggetti di età vicina. Secondo questo studio, quando la differenza di età è notevole, ad un primo periodo di grande passione, subentra un periodo di stanchezza e di conseguente precoce rottura, la causa sarebbe legata ad una diversa visione dei problemi da affrontare, è solo un consiglio … vedete voi.

La Riflessione
 
“… il buon senso è un ottimo stile di vita, ma non è in grado, da solo, di risolvere tutti i problemi che la vita ci….riserva…”
 

Dott. Fernando Santucci

Av salut e al prossimo Venerdì.
 
Post Scriptum: senza alcuna finalità commerciale, ma solo per una doverosa informazione, mi corre l’obbligo di comunicarvi che il Poliambulatorio con la collaborazione di un’ azienda che commercializza apparecchi elettromedicali, ha aperto il “Centro Mammografico Sant’Agata”, il centro diretto dal noto radiologo Dottor Sandro Quaranta, si trova di fronte al parcheggio “Scarpetti”, e pur trovandosi in una sede diversa dal poliambulatorio, dista pochi metri dallo stesso e può essere raggiunto sia da Viale Valturio, che dal parcheggio; in ogni caso gli appuntamenti e l’accoglienza sono effettuate presso la reception del Valturio.
L’elevata qualità tecnologica delle attrezzature digitali 3d unita alla quarantennale esperienza ospedaliera del Dottor Quaranta, garantiscono un percorso completo per la diagnosi delle malattie della mammella, il Centro Mammografico Sant’ Agata, pur essendo una struttura privata, non vuole essere in concorrenza con il servizio pubblico, ma una struttura parallela che può essere utilizzata in situazioni di emergenza.
Per ogni altra informazione, contattare la reception del Poliambulatorio al seguente numero: 0541/785566
Vi ricordo che abbiamo allargato i servizi di cui potete usufruire, infatti da qualche tempo la dott.ssa Montanari Giuliana effettua sedute terapeutiche con l’utilizzo di ossigeno ed ozono terapia chi volesse saperne di più può cliccare sul sito e consultare l’intervista con la quale la Dott.ssa Montanari illustra i vantaggi di questa nuova tecnica.
Ricordo a tutti gli amici che mi seguono che presentando copia di questa rubrica in reception si potrà rinnovare la patente a 75.00 euro, si avrà uno sconto del 20% sulle analisi e verranno effettuati i check-up del sabato mattina a 250.00 euro anziché a 285.00.
Ricordo anche che è in funzione un centro che si occupa della gestione specialistica multidisciplinare del paziente diabetico;
il centro coordinato dal Prof. Felice Strollo, diabetologo di fama nazionale,  relatore di importanti congressi nazionali e internazionali, nasce con l’obiettivo di prendere in carico il paziente diabetico e di seguirlo a tutto tondo, programmando in tempi precisi le necessarie analisi emato-chimiche, le indagini di diagnostica strumentale nonché le visite specialistiche collegate alle  complicazioni specifiche di questa patologia (cardiologo, oculista, nefrologo, ecografista vascolare, nutrizionista, pneumologo). Ulteriori informazioni sui costi e modalità telefonando al 335/1251822 e chiedere della signora Giusi.
p.s. la direzione sanitaria è a disposizione tutti i venerdì dalle ore 12,30 alle 13,30 per dare informazioni di carattere sanitario e ricevere suggerimenti e consigli o anche critiche; (potete telefonare o mandare una e-mail) il tutto con l’obiettivo di informare e migliorare la qualità dei servizi e l’immagine della struttura.

GRAZIE
RICHIEDI UN APPUNTAMENTOInformazioni sulla prenotazione
Telefono 0541 785566