Direttore Sanitario Dott. FERNANDO SANTUCCI

La Rubrica del Venerdì: 19 Ottobre 2018

Pillole di benessere e bell’essere, consigli, curiosità

L’ipertensione, comunemente pressione alta, è un killer silenzioso che lentamente, ma in maniera progressiva, compromette il buon funzionamento di tre organi fondamentali del nostro corpo, mi riferisco   a cuore, cervello, reni, per dirla meglio parla sempre tardi, ma quando parla parla sempre male.

Vediamo di conoscerla meglio per curarla in maniera adeguata:
  1. Ci sono due tipi di pressione, quella massima corrisponde all’attimo in cui il cuore si contrae per mandare il sangue in tutto il corpo, quella minima che corrisponde all’attimo in cui il cuore si riposa e si riempie di sangue;
  2. Non sto, qui a parlarvi di tante cose tecniche che non avrebbero altro compito che quello di confondervi le idee, desidero darvi alcuni consigli sugli stili di vita necessari a mantenerla normale, e a non ricorrere, per lo meno in prima istanza, alle compresse, soprattutto nella fascia di età che va dai 40 ai 60 anni;
  3. I valori che dovremmo avere per tutta la vita, sono compresi tra 120-140 per la massima e 75-85 per la minima, fino a 150 per la massima e 90 per la minima. Si parla di pressione –BORDERLINE- al di sopra di questi valori si parla di ipertensione lieve, oppure sopra i 160 per la massima e 100 per la minima di ipertensione vera;
  4. Ciò premesso, vediamo di darvi alcuni consigli utili a mantenere le due pressioni normali e soprattutto da mettere in atto prima di iniziare una terapia farmacologica che, come accade, una volta iniziata deve durare per il resto della vita;
  5. Ridurre la quantità di sale, possibilmente solo 4 grammi al giorno e ricordare che il sale è, al giorno d’oggi, presente in tanti prodotti. Tra questi ricordo gli insaccati, il tonno e tutte le salamoie in genere, il pane, i formaggi soprattutto quelli stagionati, i dadi da brodo, tutti gli alimenti surgelati   sottovuoto;
  6. Attività fisica costante, almeno trenta minuti al giorno tutti i giorni, soprattutto aerobica, (ginnastica, bicicletta, passeggiata veloce o corsa per gli Under 60, camminata allegra per gli over, ballo, ginnastica, nuoto;
  7. Ricordare che fumo ed eccesso di alcool sono le mosche cocchiere per l’iniziale sviluppo dell’ipertensione;
  8. Utilizzare la dieta mediterranea come stile di vita, pane, pasta, frutta, verdura e tutti gli alimenti che contengono polifenoli (cioccolato fondente, agrumi, olio d’oliva cipolla, aglio, radicchio, pomodori, cavoli, broccoli);
  9. Mantener un peso corporeo normale in rapporto all’altezza, controllare lo stress migliorando la respirazione e rendendola più profonda;
  10. Secondo il mio parere se venissero attuati questi stili di vita, l’80% degli ipertesi non avrebbe bisogno di farmaci, soprattutto nella fascia di età compresa tra i 40 e i 60 anni.
La Curiosità
 
Cari maschi, se avete problemi di fertilità, abbandonate lo slip e passate al boxer.

Secondo uno studio di un importante Centro Ricerca Americano sulla sterilità, effettuato su un campione di oltre 700 uomini, è risultato che chi utilizzava come biancheria intima i boxer aveva una concentrazione di spermatozoi superiore del 25% rispetto a chi indossava altri tipi di biancheria intima, in particolare rispetto agli slip; non si conoscono i particolari, probabilmente i boxer comprimono meno gli organi sessuali maschili, a questo punto mi viene in mente che anche i collant potrebbero avere la stessa funzione per le donne.
 
Il Proverbio
 

“…ognuno di noi porta sul volto la povere del sentiero che ha percorso…”

Av salut e al prossimo venerdì
 
Dott. Fernando Santucci

Post Scriptum: senza alcuna finalità commerciale, ma solo per una doverosa informazione, mi corre l’obbligo di comunicarvi che il Poliambulatorio con la collaborazione di un’ azienda che commercializza apparecchi elettromedicali, ha aperto il “Centro Mammografico Sant’Agata”, il centro diretto dal noto radiologo Dottor Sandro Quaranta, si trova di fronte al parcheggio “Scarpetti”, e pur trovandosi in una sede diversa dal poliambulatorio, dista pochi metri dallo stesso e può essere raggiunto sia da Viale Valturio, che dal parcheggio; in ogni caso gli appuntamenti e l’accoglienza sono effettuate presso la reception del Valturio.
L’elevata qualità tecnologica delle attrezzature digitali 3d unita alla quarantennale esperienza ospedaliera del Dottor Quaranta, garantiscono un percorso completo per la diagnosi delle malattie della mammella, il Centro Mammografico Sant’ Agata, pur essendo una struttura privata, non vuole essere in concorrenza con il servizio pubblico, ma una struttura parallela che può essere utilizzata in situazioni di emergenza.
Per ogni altra informazione, contattare la reception del Poliambulatorio al seguente numero: 0541/785566
vi ricordo che abbiamo allargato i servizi di cui potete usufruire, infatti da qualche tempo la dott.ssa montanari giuliana effettua sedute terapeutiche con l’utilizzo di ossigeno ed ozono terapia chi volesse saperne di più può cliccare sul sito e consultare l’intervista con la quale la dott.ssa montanari illustra i vantaggi di questa nuova tecnica.
ricordo a tutti gli amici che mi seguono che presentando copia di questa rubrica in reception si potrà rinnovare la patente a 75.00 euro, si avrà uno sconto del 20% sulle analisi e verranno effettuati i check-up del sabato mattina a 250.00 euro anziché a 285.00.
ricordo anche che è in funzione un centro che si occupa della gestione specialistica multidisciplinare del paziente diabetico;
il centro coordinato dal prof. felice strollo, diabetologo di fama nazionale,  relatore di importanti congressi nazionali e internazionali, nasce con l’obiettivo di prendere in carico il paziente diabetico e di seguirlo a tutto tondo, programmando in tempi precisi le necessarie analisi emato-chimiche, le indagini di diagnostica strumentale nonché le visite specialistiche collegate alle  complicazioni specifiche di questa patologia (cardiologo, oculista, nefrologo, ecografista vascolare, nutrizionista, pneumologo). ulteriori informazioni sui costi e modalità telefonando al 335/1251822 e chiedere della signora Giusi.
p.s. la direzione sanitaria è a disposizione tutti i venerdì dalle ore 12,30 alle 13,30 per dare informazioni di carattere sanitario e ricevere suggerimenti e consigli o anche critiche; (potete telefonare o mandare una e-mail) il tutto con l’obiettivo di informare e migliorare la qualità dei servizi e l’immagine della struttura.

GRAZIE
RICHIEDI UN APPUNTAMENTOInformazioni sulla prenotazione
Telefono 0541 785566