Direttore Sanitario Dott. FERNANDO SANTUCCI

La Rubrica del Venerdì

Consigli, curiosità, riflessioni, utili a conservare il benessere.

Come sempre è elevata la possibilità di venire a contatto con l’infido, cerchiamo di evitarlo e tenerlo lontano, anche se non vogliamo, siamo costretti a convivere con lui, come avete visto da tanti esempi la superficialità non paga.

Fatta come sempre questa doverosa premessa che non vuol essere un ordine, ma solo un consiglio, parliamo di una patologia in continua crescita, che osservata da un altro punto di vista, può essere considerata una vera propria pandemia che colpisce gli uomini dopo i 45-50 anni; come avrete capito intendo parlare delle malattie della prostata.

Ipertrofia prostatica, infiammazione, tumori della prostata, sono un’altra grande epidemia di questo secolo, direi che sono l’equivalente del tumore della mammella nelle donne; seguendo la filosofia che caratterizza questa rubrica non parlerò dei sintomi caratteristici di queste malattie, ma degli stili di vita necessari a prevenirle o per lo meno a ritardare nel tempo la loro comparsa.
Ecco allora alcune informazioni che possono essere utili a risolvere il problema:

· Prima regola muoversi almeno trenta minuti al giorno, sono una polizza per la sua salute;

· sono consigliati sport che coinvolgono le gambe. La bicicletta, pur potendo essere utilizzata, non è molto indicata, però non è neanche proibita, utile utilizzare selle col buco centrale e pantaloncini dedicati, sconsigliati canottaggio ed equitazione;

· bere acqua in abbondanza ,almeno 2 litri al giorno, naturalmente limitare il consumo di vino o birra e soprattutto dei superalcolici;

· bere acqua in abbondanza vuol dire urinare di più ed evitare che i germi si annidino nella vescica e provochino infezioni alla prostata ed alle vie urinarie;

· L’alimentazione non ha particolare importanza come causa di malattie della prostata, in ogni caso evitare i grassi , privilegiare frutta e verdura , soprattutto cavoli in tutte le varietà, evitare le spezie in particolare il pepe, caffè, i crostacei, poiché possono causare irritazioni;

· Prostata e ampolla rettale vivono nello stesso condominio, quindi regolarizzare l’intestino e combattere la stipsi può evitare infiammazioni della prostata;

· Se possibile evitare gli sbalzi di temperatura, una diminuzione rapida della temperatura, può provocare una ritenzione acuta di urina;

· Sembra strano ma anche il fumo può danneggiare prostata,vescica e sistema riproduttivo, infatti il fumo oltre a incidere negativamente sull’erezione, riduce il numero di spermatozoi e i suoi componenti che vengono eliminati dalla vescica possono provocare tumori a carico della stessa;

· L’attività sessuale è fonte di salute per la ghiandola , infatti pulisce le secrezioni legate all’astinenza, secrezioni che se rimangono al suo interno per molto tempo possono provocare processi infiammatori;

· Da ultimo consiglio a tutti gli ultra cinquantenni di seguire tutte queste regole e di controllare almeno ogni 2 anni psa e controllo dallo specialista urologo.

La Curiosità

Zuccheri semplici e farine raffinate sono killer per la nostra salute meglio carboidrati complessi e farine integrali, infatti gli zuccheri semplici innalzano la glicemia ed aprono la porta al diabete, attenti.

La Riflessione

E’ meglio pensare a ciò che si dice piuttosto che dire ciò che si pensa, soprattutto quando si dice la verità.

Av salut e al prossimo venerdì

 

Dr. Fernando Santucci

Post Scriptum: senza alcuna finalità commerciale, ma solo per una doverosa informazione, mi corre l’obbligo di comunicarvi che il Poliambulatorio con la collaborazione di un’ azienda che commercializza apparecchi elettromedicali, ha aperto il “Centro Mammografico Sant’Agata”, il centro diretto dal noto radiologo Dottor Sandro Quaranta, si trova di fronte al parcheggio “Scarpetti”, e pur trovandosi in una sede diversa dal poliambulatorio, dista pochi metri dallo stesso e può essere raggiunto sia da Viale Valturio, che dal parcheggio; in ogni caso gli appuntamenti e l’accoglienza sono effettuate presso la reception del Valturio.
L’elevata qualità tecnologica delle attrezzature digitali 3d unita alla quarantennale esperienza ospedaliera del Dottor Quaranta, garantiscono un percorso completo per la diagnosi delle malattie della mammella, il Centro Mammografico Sant’ Agata, pur essendo una struttura privata, non vuole essere in concorrenza con il servizio pubblico, ma una struttura parallela che può essere utilizzata in situazioni di emergenza.
Per ogni altra informazione, contattare la reception del Poliambulatorio al seguente numero: 0541/785566
vi ricordo che abbiamo allargato i servizi di cui potete usufruire, infatti da qualche tempo la dott.ssa montanari giuliana effettua sedute terapeutiche con l’utilizzo di ossigeno ed ozono terapia chi volesse saperne di più può cliccare sul sito e consultare l’intervista con la quale la dott.ssa montanari illustra i vantaggi di questa nuova tecnica. 
ricordo a tutti gli amici che mi seguono che presentando copia di questa rubrica in reception si potrà rinnovare la patente a 75.00 euro, si avrà uno sconto del 20% sulle analisi e verranno effettuati i check-up del sabato mattina a 250.00 euro anziché a 285.00.
Ricordo anche che è in funzione un centro che si occupa della gestione specialistica multidisciplinare del paziente diabetico;
il centro coordinato dal prof. felice strollo, diabetologo di fama nazionale,  relatore di importanti congressi nazionali e internazionali, nasce con l’obiettivo di prendere in carico il paziente diabetico e di seguirlo a tutto tondo, programmando in tempi precisi le necessarie analisi emato-chimiche, le indagini di diagnostica strumentale nonché le visite specialistiche collegate alle  complicazioni specifiche di questa patologia (cardiologo, oculista, nefrologo, ecografista vascolare, nutrizionista, pneumologo). ulteriori informazioni sui costi e modalità telefonando al 335/1251822 e chiedere della signora Giusi.
p.s. la direzione sanitaria è a disposizione tutti i venerdì dalle ore 12,30 alle 13,30per dare informazioni di carattere sanitario e ricevere suggerimenti e consigli o anche critiche; (potete telefonare o mandare una e-mail) il tutto con l’obiettivo di informare e migliorare la qualità dei servizi e l’immagine della struttura.

GRAZIE