Direttore Sanitario Dott. ANTONIO MANZO

Rubrica del Venerdì 19-03-2021

LA RUBRICA DEL VENERDÌ

CONSIGLI, CURIOSITÀ, RIFLESSIONI UTILI E FORSE NECESSARIE A MANTENERSI IN SALUTE

DI FERNANDO SANTUCCI

L’infido si aggira spettrale in mezzo a noi e riattiva angosce sopite; non lasciamoci sopraffare dallo sconforto, in fondo al tunnel balena uno spiraglio di luce, gettiamo l'ancora e combattiamo senza arrenderci...

Ora qualche consiglio per migliorare la qualità del respiro: il forte vento di angoscia che caratterizza questi giorni incide in maniera significativa sulla qualità del nostro respiro, che diventa più superficiale e più frequente, talvolta si va in apnea, il che provoca un senso di peso che ineressa tutto il torace e ci dà l'idea che il cuore abbia qualche problema.

Vi tengo tranquilli e vi dico che, nella maggior parte dei casi, questi sintomi sono legati ad uno sfasamento, legato all'ansia, che si crea tra battito e respiro.

Vediamo allora cosa si può fare per respirare meglio e liberarsi di questi sintomi senza ricorrere alle medicine: si possono praticare degli esercizi respiratori seguendo lo schema sotto elencato.

  1. Al mattino, appena svegli , e alla sera: da sdraiati, cercate di rilassarvi per 2 o 3 minuti, successivamente andranno effettuati dei respiri profondi per 3 o 4 minuti; inspirare profondamente col naso, trattenere per 3 secondi ed espirare ancora più profondamente con la bocca. Questo esercizio andrebbe ripetuto ogni giorno.

  2. Fare attività fisica giornaliera e almeno per 30 minuti, possibilmente in parchi ossigenati o, meglio ancora, sulla riva del mare.

  3. Sono molto utili anche i corsi di yoga, training autogeno e di meditazione.

  4. Forse sono stato banale, ma respirare in maniera giusta vuol dire combattere l'ansia, migliorare il tono dell'umore, ossigenarsi meglio, aiutando cuore e polmoni a mantenere efficienza e salute.

  5. Mi sembra inutile ripetervi, ma ve lo ripeterò ugualmente, che il fumo è assolutamente da evitare.

Passiamo, quindi, alla curiosità: la luce migliora l'umore, dà energia, ma se è troppo forte può danneggiare gli occhi, arrossarli ed aumentare il rischio di una precoce comparsa della cataratta; vi consiglio di utilizzare occhiali adatti, con lenti adeguate, e di evitare i raggi solari nei momenti in cui gli stessi sono più nocivi, vale a dire dalle 11 alle 16.

La riflessione: la pazienza non è potenza, però può essere un vero antidoto, necessario per non fare precipitare passioni pericolose...

Av salut e al prossimo venerdì

Ma prima di salutarvi vi invitiamo a dare uno sguardo alla nostra promozione!